Vinicultori in Rovescala

vini doc

E' alla fine dell'Ottocento che il capostipite Alessandro Vercesi ha cominciato l'avventura che ci ha condotti ad avere oggi un'azienda di ca40 ettari tutti a vigneto. C'erano i campi, la stalla, i vigneti erano pochi: c'erano "La Brusasca e la Ginepra" tanta buona volantà e tanta fatica.
All'inizio il bisnonno non vinificava, ma vendeva l'uva che allora era tutta bonarda. Poi col tempo, ha creato per se una piccola cantina, poche botti, soffitti a volta di mattoni, poca luce e qualche buon salame appeso. A cominciato a produrre in proprio e, caricate le botticelle sul carro, iniziava il viaggio di consegne "di là dal Po", nelle osterie della bassa. Passavano gli anni, e una vendemmia andata bene consentì al nonno Giuseppe e allo zio Aurelio di acquistare nuovi terreni: "Sopra casa" e "Il campo". La cantina aumentò le botti, tutte di legno di rovere ed iniziarono ad arrivare i primi macchinari, un torchietto e le pompe a mano... Quando toccò a Pietro proseguire nel cammino, "la baracchina", la calessina bianca del nonno, venne messa in soffitta e fece la sua comparsa la giardinetta di legno, e tutta l'attività agricolafu rivolta ai vigneti. Arriviamo così ai tempi nostri: Pietro è affiancato dal figlio Bruno che, con il suo entusiasmo e impegno, dà una svolta decisiva all'azienda. Infatti acquista tra i terreni della zona i pezzi migliori come esposizione come sottosuolo... anche in funzione delle varie qualità di uva che andrà coltivata; arrivano il "Gabetto", "Ca' 13" ... Rinnova l'attrezzatura per i vigneti, ormai quasi totalmente meccanizzata, anche se la precisione e le conoscenze di papà Pietro non potranno mai essere sostituite... E' la cantina che ha subito le trasformazioni più radicali: macchinari moderni affiancano ora le rinnovate botticelle di rovere che producono un raffinato Bonarda (per intenditori). Sparita anche la giardinetta, sostituita da due camion che quasi giornalmente consegnano nel Biellese, Varesotto, Comasco, Milanese, Emiglia Romagna, Genovesato e Riviere.

vinicultori oltrepo pavese
C'erano i campi, la stalla, i vigneti...

La gamma dei vini è ricca, dai più pregiati DOC ai caratteristici IGT, e tutti sono seguiti da Bruno con il medesimo impegno per ottenere un prodotto di alta qualità.

Il lavoro delle donne

Nel raccontare questa storia ho dimenticato le donne di casa, che in questo secolo sono state silenziose (forse) e solerti nella costruzione di tutto ciò. Per cui, ultima in ordine di tempo, non mi resta che porgervi l'invito a venire a trovarci: vi offrirò un calice di buon vino e se vorrete continuerò il racconto di un secolo di storia rurale, seduti sul vecchio carro del bisnonno Alessandro.

VERCESI PIETRO BRUNO | 18, Frazione Croce - 27040 Rovescala (PV) | P.I. 01922880180 | Tel. 0385 75096   - Cel. 348 5157576 | Fax. 0385 282900 | pietrovercesi@libero.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy